Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Zimmerfrei, Carozzi
Massimo Carozzi / Zimmerfrei

Temporaneamente, Bucaletto

5-6-10-11 ottobre 2020

Potenza, rione Bucaletto

ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria

Prenotazione obbligatoria all'email contatti@cittacentoscale.it
Una co-produzione Città delle 100 scale Festival

6, 7 ottobre > ore 17.00
10 ottobre > ore 15.30 e 17.00
11 ottobre > ore 11.00

Ideazione Massimo Carozzi / ZimmerFrei. Realizzazione Massimo Carozzi, Agnese Cornelio. Produzione Città delle 100 scale Festival.
Con gli abitanti del quartiere Bucaletto Sukaina Addoum, Nicola Ciano, Maria Antonietta Guarino, Manuela Moscarelli, Gerardina Laino, Debora Laterza, Emanuele Lorusso, Angelo Marino, Desirè Marino, Angelo Diamante, Roberto Po, Saverio Salvato, Luca Vaccaro, gli utenti e gli educatori del centro Rotary gestito dalla cooperativa sociale La Mimosa.
Si ringraziano Mimmo Nardozza, Michela Fausta Marino, Associazione Punto Luce, Associazione La luna al guinzaglio, Cooperativa La Mimosa, Associazione La nuova Cittadella, il ristorante Treminiedd e il quartiere che ci ha accolto e accompagnato nella ricerca.
Foto © Salvatore Laurenzana.

--
> Scarica la mappa
--

zimmerfrei.co.it

Registrazioni ambientali, fotografie, documentari sonori
soundcloud.com/camera-libera

Intervista
thenewnoise.it/massimo-carozzi-nascondere-il-suono-alla-vista7

 

Un documentario in forma di mappa sonora che attraversa il quartiere Bucaletto di Potenza.
Nei primi anni ’80 a Bucaletto vengono impiantati prefabbricati come soluzione temporanea per chi era rimasto senza casa dopo il terremoto.
Oggi, quarant’anni dopo, i prefabbricati sono ancora lì, hanno ospitato diverse generazioni, fornendo una risposta immediata alle più disparate emergenze abitative.
Temporaneamente, Bucaletto raccoglie – mediante la pratica del documentario di osservazione – registrazioni ambientali, conversazioni, interviste con chi vive, lavora o semplicemente attraversa il quartiere. La mappa sonora ricostruisce un tessuto sociale e ambientale vivo, raccontato in prima persona attraverso le voci e i suoni del quartiere.


zimmerfrei 38 slaurenzana

ZimmerFrei. Il collettivo è stato fondato a Bologna nell’anno 2000 da tre artisti: Anna de Manincor (filmmaker), Massimo Carozzi (sound designer e musicista) e Anna Rispoli, che ora prosegue il suo lavoro di artista e regista a Bruxelles.
 La pratica di ZimmerFrei combina linguaggi diversi e spazia tra film documentari e videoarte, installazioni sonore e ambientali, serie fotografiche, performance, laboratori partecipativi e installazioni nello spazio pubblico.

Massimo Carozzi. Artista visivo, musicista e sound designer, esplora la relazione fra suono e immagine, suono e scena, suono e letteratura, suono e spazio. Si è occupato del sound design di numerosi documentari, film, spettacoli teatrali e di danza, in solo e collaborando con scrittori, registi, coreografi, artisti visivi.
Nel settembre 2000 con Anna Rispoli e Anna de Manincor fonda Zimmerfrei, con cui partecipa a mostre collettive e personali, festival cinematografici, musicali e teatrali, in Italia e all'estero. Ha fondato ed è membro di diversi progetti musicali e sonori, fra cui: El Muniria (assieme allo scrittore e musicista Emidio Clementi), Phonorama (collettivo internazionale di sound artist e musicisti), Auna (entità progettuale e momento di ricerca promosso e realizzato da musicisti ed artisti sonori italiani ed internazionali) ed ha collaborato, in studio e dal vivo, con diversi musicisti fra cui Starfuckers/Sinistri, Massimo Volume, 3/4HadBeenEliminated, Andrea Belfi, Stefano Pilia, Valerio Tricoli, Margareth Kammerer, Susanna La Polla.