Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Protagonisti vari ed eventuali

Il gatto di Schrödinger

ottobre-novembre 2020

Potenza, da qualche parte (forse)

ingresso gratuito

La scatola delle probabilità dell'accadere.
Uno spazio extra per riservarsi la possibilità di continuare a immaginare le arti performative in città oltre la finestra del festival

Foto © Salvatore Laurenzana

Questo spazio sta qui come una scatola che può essere riempita di alcuni eventi o può restare vuoto perché non possiamo per il momento avere nessuna determinazione temporale ed economica certa. Siamo sospesi, dunque, sul confine dell’accadere o no dell’essere, al limite tra sì e il no.

La metafora ci viene dall’esperimento mentale di Schrödinger (1936) che dimostra come la meccanica quantistica fornisca risultati paradossali se applicata a un sistema fisico macroscopico.
L’esperimento attesta che un gatto chiuso in una scatola può essere contemporaneamente sia vivo che morto, come conseguenza dell'essere collegato a un evento subatomico casuale che può verificarsi o no. La nostra scatola è temporaneamente chiusa e il “gatto” vive in uno paradossale stato di vita e di morte, attestando l’incertezza della situazione. Nell’attesa fino a quando la scatola non sarà aperta non resta che tenersi informati.