Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

IAC, Marathon des sables
IAC

Marathon des sables

18 ottobre 2021, ore 11

Potenza, teatro Don Bosco

per alunni del liceo Rosa-Gianturco

In collaborazione con il liceo Rosa–Gianturco di Potenza

Con Cosimo Frascella. Regia Andrea Santantonio. Aiuto regia Nadia Casamassima. Disegno luci Joseph Geoffriau. Creazione video Lorenzo Bruno. Adattamento drammaturgico Cosimo Frascella, Andrea Santantonio.

centroiac.com

Nessuno può vivere dieci giorni nel deserto senza cibo e acqua, nessuno, o quasi.
“Marathon des sables” è la storia di un maratoneta, Mauro Prosperi, che nell’aprile del 1994 partecipò alla maratona nel deserto del Marocco e si perse, per poi ritrovarsi dopo dieci giorni. Un’avvincente impresa agonistica e allo stesso tempo una condizione universale, quella del perdersi in un deserto.
Nello spettacolo si mescolano due piani narrativi, quello di Cosimo, l’attore, e quello di Mauro, il maratoneta. L incontro è tra i due uomini, uno animato dalla forte passione per il teatro, disposto a tutto pur di non abbandonare quel mondo, l’altro è un campione di pentathlon moderno, deciso a superarsi correndo la maratona nel deserto.
Per Cosimo, la storia di Mauro diventa la metafora della sua vita, in cui non esiste la parola rinuncia, in cui ogni sforzo serve a consolidare la propria passione e determinazione. I due si incontrano, si riconoscono e si aiutano l’uno l’altro per superarsi e ritrovarsi.

Vogliamo raccontare non tanto il fatto tecnico in se, la prova agonistica dell’atleta insuperabile, quanto la prova umana a cui il protagonista dà vita. Un profondo confronto con se stesso, attraversando la solitudine, per poi ritrovare una nuova connessione con il mondo intorno, gli animali, il cielo, la sabbia.

Lo spettacolo è l’attraversamento di un deserto, in cui l’immaginario della maratona si mischia con quello della vita di tutti i giorni e il protagonista si spinge insieme al pubblico alla ricerca di un dialogo interiore, che fa male ma fortifica.

iac marathon

IAC. Si occupa di promozione e produzione teatrale. Nasce nel 2010 in una strada al confine tra la città antica e quella nuova e nasce dal desiderio del teatro, della possibilità di incontro, ascolto e sguardo che il teatro crea. Nei suoi percorsi proponie una modalità di lavoro collaborativa in cui tutti possono trovare il giusto spazio per praticare le proprie attitudini e abilità. A IAC piace dialogare con l’infanzia e la maturità, con il centro e la periferia, con il limite e la possibilità, con la realtà e l’immaginario. Alla qualità artistica affianca un’ attenzione specifica al sociale: sperimentare, imparare, scambiare, includere, fare parte di un processo collettivo sono i temi che accomunano i suoi percorsi. Realizzia spettacoli a partire da riflessioni sui temi della contemporaneità e questioni di rilevanza sociale.